La Scuola durante il Fascismo

Principale strumento della fascistizzazione della società, la scuola fu il terreno in cui il fascismo tentò di attuare il suo progetto totalitario di creazione di un uomo nuovo e annullamento dell'individuo. Il progetto pedagogico del fascismo permette di comprenderne i valori fondamentali

2,237 total views
  1. Nell'immagine rappresentazione grafica della massima ispiratrice della pedagogia fascista: "libro e moschetto fascista perfetto"
  2. In quest'altra immagine il valore dell'obbedienza assoluta e la negazione della libertà individuale e della libertà di pensiero: l'unico perché che non bisogna mai chiedere è "Perché debbo fare una cosa? " quando si ordina di fare una cosa bisogna farla senza mai chiedere.  visualizza documento
  3. La riforma della scuola attuata da Gentile nel 1923 fu una delle prime riforme del fascismo e definita dallo stesso Mussolini la più fascista delle riforme, questo chiarisce subito l'importanza e il ruolo che alla scuola il fascismo attribuiva per la realizzazione del suo progetto totalitario e antidemocratico. In questo sito un eccellente lavoro della classe V C dell' ITIS "Marzotto" di Valdagno  offre un quadro generale della scuola fascista: cronologia, struttura amministrativa, legislazione scolastica, principi pedagogici e documenti.
  4. Per plasmare l'italiano nuovo il fascismo sottopone al totale controllo dello stato la scuola e pone l'ideologia fascista al centro della didattica: diari, pagelle, manuali, letture, filastrocche, preghiere, esercizi sono tutti improntati a veicolare i valori del fascismo (conformismo, obbedienza, militarismo, passività, ecc. )   qui sotto una raccolta di documenti scolastici dell'epoca
  5. Una pagella dell'epoca fascista, dalla grafica e dall'elenco delle discipline di studio ergono i valori del fascismo
  6. da "Correva l'anno, Il 1922" La cultura e la scuola sotto il regime fascista - "Libro e Moschetto, fascista perfetto". L'uso della cultura come strumento per la creazione del mito e la organizzazione del consenso
  7. Correva l'anno - Fascismo - Libro e moschetto - La cultura nel regime 1
  8. La scuola elementare e il testo unico di stato

    La scuola italiana in tutti i suoi gradi e i suoi insegnamenti si ispiri alle idealità del Fascismo, educhi la gioventù italiana a comprendere il Fascismo, a nobilitarsi nel Fascismo e a vivere nel clima storico creato dalla Rivoluzione Fascista” (Mussolini)
  9. Interviste ad ex alunni della scuola elementare di Bologna in epoca fascista, storia orale, le testimonianze. Da una ricerca dedicata alla memoria dell'infanzia
  10. La scuola elementare durante il fascismo
  11. La fascistizzazione della scuola e, tramite la scuola, della società, riceve un impulso decisivo con la  legge numero 5 del 7 gennaio 1929 che introduce, a partire dall'anno scolastico 1930-31, il testo unico di stato per le prime due classi delle scuole elementari
  12. Il testo unico è ispirato ai valori del fascismo (guerra, razzismo, imperialismo) e all'educazione tradizionalista e religiosa.L'adozione di questo testo era obbligatoria. Gli altri 3 anni delle elementari e nelle scuole secondarie non si ha un testo unico, ma libri di testo e programmi sono sottoposti al controllo politico del regime. In questo sito una sintesi sulla storia del testo unico, la sua funzione e documenti sul testo unico e sui manuali di epoca fascista
  13. Sotto una ricerca che attraverso documenti della scuola del periodo fascista (copertine di quaderni, scritture scolastiche e libri di testo) mostra come l'insegnamento fosse funzionale al tentativo totalitario di inquadrare fin dall'infanzia l'uomo nuovo del fascismo celebrandone le conquiste e esaltandone i valori e la dottrina presentati come assoluti e salvifici, e alimentando il culto messianico del duce
  14. Libri e pubblicazioni per l'infanzia

    La pedagogia totalitaria del fascismo procede all'indottrinamento dell'infanzia non solo attraverso i testi scolastici ma anche tramite le pubblicazioni per bambini e ragazzi. A partire dagli anni trenta, la letteratura per l'infanzia è totalmente permeata dalla dottrina fascista e costituisce un fondamentale strumento della fascistizzazione della società.
  15. Sotto una trasmissione radiofonica di RSI Rete Due in cui Brigitte Schwarz intervista sulla fascistizzazione della letteratura e dei testi scolastici per l'infanzia Mariella Colin e Emilio Gentile 
  16. In questa registrazione un esempio di propaganda fascista destinati ai bambini, Topolino in Abissinia
1
Share

Share

Facebook
Google+