Luoghi magici tra social e ambiente

La magia dell'Italia e le sue bellezze. Un patrimonio naturale e artistico da proteggere, tutelare e promuovere. Perché il nostro è un territorio fragile, che necessita di cure, ma anche di uno sviluppo consapevole, soprattutto in chiave turistica. Se ne è parlato a Glocalmabiente venerdì 5 giugno.

Embed

  1. A discuterne, davanti al mare di Monterosso Laura Guglielmi, direttrice di mentelocale.it, Emanuele Moggia, sindaco di Monterosso, Frate Renato del convento dei Cappuccini di Monterosso, Roberto Segattini, responsabile del Fai (Fondo Ambiente Italiano), Sonia Pallai, assessore al turismo del Comune di Siena e Massimo Tedeschi, presidente dell'Associazione Europea delle vie Francigene.
  2. Bellezza e fragilità. Un esempio è il secentesco convento dei Cappuccini di Monterosso, che ha subito ingenti danni a seguito dell'alluvione del 2011. Il Convento è stato nominato Luogo del Cuore Fai 2014. Per salvarlo e restaurarlo è stata lanciato sul web un crowdfunding: Ripariamo il paradiso di Monterosso.
  3. Imparare a vivere con semplicità, ma anche far rinascere nei giovani la voglia di stabilirsi sul territorio.
  4. Dal Convento dei Cappuccini alla via Francigena. Massimo Tedeschi ha spiegato come in questi anni si stia cercando sempre più di sviluppare un modello di turismo sostenibiile
  5. Sembra strano, ma una città ricca d'arte e di storia come Siena, non aveva una pagina di promozione turistica in inglese. Ora sono in corso vari progetti tra cui quello di rendere la città tappa della via Francigena. La diffusione, oltre che sui canali tradizionali ,passa anche per i social network.
  6. Per salvare la bellezza del nostro paese, non bastano azioni una tantum. Ci vuole un progetto continuo e definito, che possa portare davvero alla valorizzazione del nostro paese. Che di luoghi magici e meraviglie ne ha davvero ad ogni angolo. Basta guardare Monterosso.
Like
Share

Share

Facebook
Google+