Reading al buio e Laboratorio di lettura accessibile al Salone del Libro di Torino 2015

Un’occasione per sperimentare, divertendosi, nuove forme di lettura e conoscere le opportunità che tablet e smartphone offrono anche a chi ha difficoltà a leggere i testi a stampa.

Embed

  1. Eccoci qui, tutti con le mascherine sugli occhi...al buio!Pronti per il Reading organizzato da @FondazioneLIA in collaborazione con @areaonlus in occasione di #SalTo15
  2. Prima di iniziare a leggere "Il passaggio dell'orso" @salanieditore, l'autore Giuseppe Festa chiede ai bambini di provare ad indovinare qual è l'oggetto misterioso che ha ispirato la sua storia...
  3. Di cosa si tratta?
  4. Ma è un tappo di un barattolo di Nutella tutto mangiucchiato da un orso marsicano...! ecco come è nata la storia che tra poco leggeremo...al buio!
  5. Giuseppe Festa inizia a leggere...
  6. ...prosegue Antonino Cotroneo che legge a caratteri ingranditi l'ebook reso accessibile da @FondazioneLIA
  7. E ora con i nostri segnalibri diamo il via al nostro primo laboratorio di lettura digitale accessibile
  8. "Cosa sono questi puntini?" -chiedono i bambini dal pubblico.
  9. "Si tratta dell'alfabeto braille attraverso cui anche chi ci vede poco o non ci vede affatto può leggere" -spiega Antonino
  10. A ogni combinazione di puntini corrisponde una lettera dell'alfabeto romano. Quindi il Braille non è altro che un modo diverso di leggere gli stessi testi di chi vede.
  11. Cosa c'è scritto quindi su ciascun segnalibro?
  12. Ma sono i punti del Manifesto di Fondazione LIA! Rileggiamoli insieme
  13. E alla domanda di Antonino "Allora? Avete imparato una cosa nuova oggi?" ecco come ha risposto Giacomo con una semplicità sconvolgente...
Like
Share

Share

Facebook
Google+