Alluvione in Provincia di Modena

Cronaca di un'alluvione poco narrata a livello nazionale, con qualche eccezione #allertameteoER #alluvioneMO [spero che sia l'ultima occasione di usare storify per queste cose]. L'ho quasi terminato.

Embed

  1. Domenica 19 gennaio, ore 6,25 una falla apertasi su un tratto in rettilineo dell'argine sul fiume Secchia a S. Matteo di Modena sulla Canaletto, da inizio ad una alluvione fra le peggiori mai avvenute a Modena. 
    Nel giro di poche ore buona parte della Bassa, le stesse terre colpite dal terremoto del 2012, è sott'acqua. 
    In particolare i comuni di Bastiglia e Bomporto riportano danni per milioni di euro: ogni casa, negozio, azienda, fattoria si ritrovano sotto 1 metro e mezzo di acqua e le campagne si trasformano in veri e propri laghi di acqua e fango. 
    In rapida successione vengono interessati anche zone periferiche dei comuni di San Prospero, Camposanto, San Felice, Finale, la frazione Albareto a Modena oltre alla località San Matteo. 
    La popolazione dei comuni interessati viene fatta evacuare, ma ci sono state comunicazioni e/o decisioni in ritardo, anche personali. A Bastiglia alcune migliaia di persone decidono di rimanere in casa, rifugiandosi ai piani alti. Qui rimarranno per almeno un paio i giorni. Un cittadino di Bastiglia Giuseppe Oberdan Salvioli scompare nelle acque mentre insieme ai vigili del fuoco si prodiga per soccorrere alcuni residenti bloccati in una casa. 
    La macchina della Protezione civile, dei vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i volontari di mobilitano. 
    L'alluvione modenese viene praticamente ignorata dai mass media nazionali, sino a quanto un vero e proprio pressing attraverso i social network li spinge ad accendere i riflettori sulla bassa già terremotata e ora alluvionata. 
    Tra le persone colpite crescono rabbia e disperazione. Rabbia per un'alluvione che con una manutenzione e un monitoraggio adeguato probabilmente si sarebbe potuta evitare, disperazione per il fatto di aver visto la propria vita, il proprio lavoro sommerso e distrutto da due metri acqua e fango.
    [testo tratto dal sito di Gazzetta di Modena, il giornale che ha seguito più da vicino l'avvenimento]

    Tweet ed immagini che partono dalla giornata di lunedì 20 Gennaio 2014
  2. L'alluvione non dorme
  3. Situazione 21 gennaio, al mattino
  4. Finale Emilia
  5. Bastiglia
2
Share

Share

Facebook
Google+