17M - Roma - Corteo per i beni Comuni

17M - Rome - Demonstration for Commons against austerity and privatization

  1. Oggi a Roma manifestazione per i beni comuni contro le privatizzazioni e le politiche di austerity. In connessione con le giornate di azione europee, in migliaia siamo scesi in piazza per una gestione comune dei "commons", contro le grandi opere inutili, contro la devastazione ambientale e per il diritto alla città.

    Today in Rome the demonstration for commons against privatizations and austerity took place. In the frame of the European action days, thousands of people took the streets to reaffirm the necessity of a "common management of the commons", against the great works unnecessary, against the environmental devastation and for the right to city.
  2. La vittoria referendaria del movimento per l’acqua bene comune del giugno 2011 ha fatto da precedente e posto al centro dell’attuale gestione neoliberale della crisi la lotta per l’accesso e per la gestione comune delle risorse e dei servizi essenziali, siano essi beni “materiali” o “immateriali”.
    L'acqua è un bene comune in tutto il mondo e non deve essere privatizzata. Questa è stato un tema centrale nella manifestazione di oggi a Roma.

    The referendum success achieved by the “Movement for Water as Common Good” in June 2011 set a precedent and put the struggle for a common management of resources and essential services (either when goods are “material” or “immaterial) at the centre of the neoliberal management of the crisis. 
    Water is a common good all over the world and should not be privatize. This was a central question in the demo in Rome. 
  3. Commoners of Europe Rise Up - spezzone dei precari, dei lavoratori dello spettacolo, degli studenti, delle lotte per la cultura, per il sapere, dei centri sociali, dei teatri e dei cinema occupati.

    Commoner of Europe Rise Up - the part of the demo of precarious workers, students, intermittent workers of the show business, the struggles for culture and knowledge, social centers, occupied theaters and cinemas.
  4. Le lotte ambientali erano presenti in massa nel corteo: no alle grandi opere inutili, le lotte contro il biocidio dalla Campania, dal Lazio e dall'Abruzzo, contro la devastazione ambientale, per la bonifica dei territori inquinanti, per una diversa e partecipata gestione dei rifiuti. 

    The environmental struggles were out in force in the parade: no to the great works unnecessary, struggles against the biocide from Campania, Lazio and Abruzzo, against the devastation of the environment, for the remediation of polluted territories, for a different and participatory management of waste.
  5. I movimenti di lotta per la casa contro il decreto Lupi sulla casa (art.5 del decreto impedisce di avere la residenza in occupazione e da la possibilità di tagliare l'acqua e la luce nelle case occupate), per ribadire che la casa è un diritto di tutti e contro ogni sgombero delle occupazioni, a Roma come in tutta Italia. 

    The movements for housing against the new reform of  the italian government (the decree prevents you from having the residence in an occupation and give the ability to cut water and light in squats), to reaffirm that house is a right for all, against any eviction of occupations, in Rome, as in all of Italy.
  6. In solidarietà con #Soma: il neoliberalismo uccide! Commons beyond Borders!

    In solidarity with #Soma: neoliberalism kills! Commons beyond Borders!
Read next page