La regola dell’hashtag.

I sette consigli da tenere a mente quando si lancia un hashtag.

  1. 1) Ma dove vai se un profilo non ce l’hai? - L’azienda DrBrux ha recentemente lanciato qualche hashtag sul proprio sito senza avere un profilo su Twitter o Instagram: come farà a raggruppare le conversazioni più interessanti e a interagire con quanti parlano dei suoi prodotti?
  2. 2) Cosa resterà di tutti questi hashtag? E’ uscita in questi giorni una nuova collana di testi filosofici pubblicati dal Corriere della Sera. Il problema è che nell’ambito della campagna pubblicitaria sono stati lanciati diversi hashtag (con i nomi degli autori..) che non vengono mai utilizzati dal profilo @Corriereit....dove andranno a finire?


  3. Pin by Chiara Pace on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
    Pin by Chiara Pace on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
  4. 3) Pronti, partenza..e poi? - E’ facile creare hashtag ad hoc per il nostro brand...ma se non lo completiamo con una call to action e non diamo istruzioni su come utilizzarlo come invoglieremo i nostri follower ad utilizzarlo?

    Per esempio, sul wall di Laura Biagiotti non c’è traccia dell'hashtag che troviamo sulle vetrine dei negozi..

  5. Pin by CybionIT on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
    Pin by CybionIT on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
  6. 4) Non lanciate quell’hashtag! - E’ il più noto dei casi….non prevedere l’uso distorto che potrebbero fare i follower del nuovo hashtag: mai sottovalutare la fantasia dei propri interlocutori, soprattutto sugli argomenti più delicati. Avranno di certo agito in buona fede i pubblicitari digitali di EnelSharing ma la campagna #Guerrieri ha preso il più delle volte una piega sbagliata.
  7. 5)  Chi trova un hashtag trova un tesoro! - Bisogna sempre controllare prima di lanciarlo se esiste già e se possa esserne frainteso il senso, scegliendo magari termini troppo comuni che non caratterizzano la campagna. Un #MetSelfie sarà in onore di un nuovo paio di jeans MET o di una visita al Metropolitan Museum Of Art di NY proprio durante la #MuseumWeek?
  8. Pin by CybionIT on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
    Pin by CybionIT on SOCIAL (MEDIA) & THE CITY | Pinterest
  9. 6) Hashtag VS Hashtag - Attenzione ai doppi sensi!Il più delle volte generano ilarità..ma spesso rasentano il ridicolo..povera Susan Boyle!


  10. 7) supercalifragilisticexpialidhashtag -  Non solo scegliere hashtag troppo lunghi e difficili da memorizzare non invoglia nè ne facilita la condivisione da parte dei follower ma anche l’uso iper-frequente e smodato senza alcun criterio gli fa perdere valore e significato.

    Sarà anche un bug del sistema, ma l’utilizzo che ne fa Il Messaggero risulta davvero illogico.


  11. Arrivederci alla prossima #TweetEdicola!
Read next page